Addizionale regionale IRPEF. Aumenti per l’anno 2002. Regioni Lombardia, Piemonte, Veneto, Umbria, Marche, Puglia.

Confermato il modello per la dichiarazione delle accise gi? reso disponibile su www.conftrasporto.it
11 Febbraio 2002
Tasse automobilistiche. Decorrenza degli effetti della perdita di possesso.
11 Febbraio 2002

Il D.Lgs.n.446 del 15/12/97, art.50, a decorrere dal 1° gennaio 1998, ha istituito l’addizionale regionale sul reddito delle persone fisiche pari allo 0,50% per tutto il territorio nazionale (elevata poi allo 0,90% dal D.Lgs.56/2000) con facoltà per ogni regione, entro il 30 novembre dell’anno precedente a quello cui l’addizionale si riferisce, di aumentare l’aliquota fino all’1,4%.
Il Decreto Legge 347/01, convertito nella legge 405/2001, ha stabilito, solo per l’anno 2002, che le regioni possano disporre l’aumento dell’addizionale IRPEF entro il 31/12/2001 e che, con legge regionale la maggiorazione possa superare il limite massimo pari all’1,4%.
Le aliquote dell’addizionale si applicano al reddito complessivo determinato ai fini IRPEF.
L’importo ottenuto è trattenuto massimo in 11 rate o in un’unica soluzione in caso di cessazione del rapporto di lavoro, va versato utilizzando il codice tributo “3802” e lo specifico codice relativo alla regione ove il lavoratore ha il domicilio fiscale al 31 dicembre di ogni anno.
REGIONE LOMBARDIA
La Regione Lombardia, con legge regionale n.27 del 18/12/2001, pubblicata sulla G.U. n.298 del 24/12/2001, ha deliberato le seguenti aliquote pari a:
– 1,20% fino a 10.329,14 euro;
– 1,20% oltre 10.329,14 e fino a 15.493,71 euro;
– 1,30% oltre 15.493,71 e fino a 30.987,41 euro;
– 1,40% oltre 30.987,41 e fino a 69.721,68 euro;
– 1,40% oltre 69.721,68.
Il codice della Regione Lombardia, da indicare nel modello F24, è “10”.
REGIONE PIEMONTE
La Regione Piemonte, con legge regionale n.34 del 13/12/2001, pubblicata sulla G.U. n.294 del 19/12/2001, ha deliberato la misura dell’aliquota dell’addizionale regionale, pari all’1,4%.
Tuttavia, la maggiorazione anzidetta non si applica ai redditi che non superano i 10.329,14 euro. Se il reddito supera lo scaglione, l’aumento si applica anche su di esso.
Il codice della Regione Piemonte, da indicare nel modello F24, è “13”.
REGIONE VENETO
La Regione Veneto, con legge regionale n.40 del 24/12/2001, pubblicata sulla G.U. n.301 del 29/12/2001, ha deliberato le seguenti aliquote, pari a :
– 1,20% sino a 10.329,14 euro;
– 1,30% oltre 10.329,14 e fino a 15.493,71 euro;
– 1,40% oltre 15.493,71 e fino a 30.987,41 euro;
– 1,40% oltre 30.987,41 e fino a 69.721,68 euro;
– 1,90% oltre 69.721,68 euro.
Inoltre, per le famiglie con disabile, l’aliquota dell’addizionale, per redditi complessivi fino a 30.987,41 euro, è fissata nella percentuale dello 0,9%.
Il codice della Regione Veneto, da indicare nel modello F24, è “21”.
REGIONE UMBRIA
La Regione Umbria, con deliberazione del 18 dicembre 2001, pubblicata sulla G.U. n.300 del 28/12/2001, ha stabilito le seguenti aliquote:
– 0,9% fino a 10.329,14 euro;
– 1,1% oltre i 10.329,14 euro;
Se il reddito supera il primo scaglione, l’aumento si applica anche su di esso.
Il codice della Regione Umbria, da indicare nel modello F24, è “19”.
REGIONE MARCHE
La Regione Marche, con legge regionale n.35 del 19/12/2001, pubblicata sulla G.U. n.298 del 24/12/2001, ha deliberato le seguenti aliquote, pari a:
– 0,90% fino a 10.329,14 euro;
– 0,90% oltre 10.329,14 e fino a 15.493,71 euro;
– 1,91% oltre 15.493,71 e fino a 30.987,41 euro;
– 3,6% oltre 30.987,41 e fino a 69.721,68 euro;
– 4,0% oltre 69.721,68 euro.
Il codice della Regione Marche, da indicare nel modello F24, è “11”.
REGIONE PUGLIA
La Regione Puglia con legge regionale n.32 del 5/12/2001, pubblicata sulla G.U. n.296 del 21/12/2001, ha deliberato la misura dell’aliquota dell’addizionare regionale, pari all’1,4%.
Il codice della Regione Puglia, da indicare nel modello F24, è “14”.

Redattore: Centro Informazioni Conftrasporto