Misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti – nuovo decreto legge.

Autotrasporto al ralenti: dopo il Brennero, ecco le chiusure del Monte Bianco Conftrasporto lancia l’allarme con un appello al ministro Salvini
21 Novembre 2022
FIS22434 – Oggetto: Credito d’imposta sul gas naturale per le imprese non gasivore. Punto della situazione.
22 Novembre 2022

Misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti – nuovo decreto legge.

Roma, 22 novembre 2022

 

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge in materia di IVA e accise sui carburanti.

Il testo – si legge nel comunicato stampa pubblicato sul sito del Governo –  “rimodula le aliquote accisa agevolate e conferma la sospensione, fino al 30 novembre 2022, dell’applicazione dell’aliquota di accisa sul cosiddetto “gasolio commerciale””.

Secondo le anticipazioni fornite dalla stampa, dal prossimo 1 dicembre e fino al 31 dicembre 2022, lo sconto sulle accise su gasolio e benzina verrà ridotto da 25 centesimi €/l a 15 centesimi €/l (al netto dell’IVA). Pertanto, ferme restando queste anticipazioni, per il prossimo mese di dicembre gli autotrasportatori potranno recuperare la differenza tra l’accisa sul gasolio comprensiva dello sconto (467,40 € per mille litri di prodotto), e quella sul gasolio commerciale (403,22 € per mille litri di prodotto), per un totale di 6,41 centesimi di €/litro circa).

Ovviamente, per la conferma occorrerà attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge e le successive comunicazioni dell’Agenzia delle Dogane.

Sempre nella stessa seduta, il Governo ha approvato la bozza del disegno di legge di Bilancio 2023, per il quale si rimanda alla lettura del comunicato del Governo