C.Un.A. – Il comportamento del Governo rende ineluttabile il ricorso ad azioni di autotutela della categoria

Trasporti Internazionali – Chiusura del tunnel Gleinalm sull’Autostrada A9 (Phyrn Autobahn)
21 Febbraio 2002
Autotrasporto: verso un nuovo fermo del settore
22 Febbraio 2002

Il Consiglio Direttivo del C.UN.A., riunitosi ieri 21 febbraio presso la sede di Confartigianto Trasporti, ha dovuto constatare che: – I notevoli ritardi del Governo nel rendere operativi gli accordi sottoscritti con le Associazioni di categoria, – Il contenuto di taluni provvedimenti (quale il decreto legislativo di modifica la Codice della Strada e il decreto sui divieti di circolazione) in completo contrasto con quanto concordato, – Le notizie apparse su autorevoli organi di stampa che danno per imminente l’emissione di cartelle esattoriali per il recupero del bonus fiscale, ancor prima di avere risolto il problema del pesante divario di costi fra vettori italiani e vettori di altri Paesi dell’U.E., rendono ineluttabile il ricorso ad azioni di autotutela. Il Consiglio del C.UN.A. ha quindi individuato un percorso che prevede manifestazioni locali e che culminerà nel fermo dei servizi di trasporto a partire da lunedì 25 marzo p.v.. Il Consiglio del C.UN.A. ha inoltre deciso che l’emissione anche di una sola cartella esattoriale non concordata con i rappresentanti di categoria provocherebbe l’immediato fermo dei servizi di trasporto. Il C.UN.A. proporrà alle altre organizzazioni la linea d’azione individuata, il cui programma dettagliato sarà concordato con quelle che decideranno di unirsi alla protesta.