COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE 30 MARZO 2020

Riparte una nuova settimana con i problemi vecchi e con quelli che strada facendo emergono. Con la dovuta attenzione, impegno e competenza cerchiamo di affrontarli e trovare le possibili soluzioni. Fino a questa settimana, credo, tutta la nostra realtà associativa ha lavorato coordinandosi riuscendo ad ottenere, certamente non tutti, ma alcuni risultati per le imprese rappresentate e credo altre ne otterremo.

 

Dobbiamo continuare così! Mi verrebbe da dire, vista la data, “abbiamo fatto trenta ora facciamo anche trentuno”. Quindi non mollare!  A Tutti voi un caloroso grazie ed un forte abbraccio.

 

In settimana abbiamo siglato anche come Conftrasporto l’intesa con l’Abi (Associazione delle Banche). La domanda che qualcuno potrebbe porre è relativa a cosa si è ottenuto o si potrebbe ottenere? La risposta è da un lato semplice ma da non sottovalutare. Innanzitutto la Conftrasporto si è inserita a livello delle altre realtà di rappresentanza e quindi avrà titolo ad intervenire quando l’aspetto “interventi bancari” diverrà oggetto di approfondimento. Forse questo potrà anche non essere considerato da qualcuno ma vorrà dire che ce ne faremo una ragione.

 

Con il Presidente Palenzona, i Segretari Russo e Manfron abbiamo deciso di puntare molto sulla questione della liquidità e ne abbiamo fatto oggetto di numerosi interventi. Ogni iniziativa possibile va perseguita in modo insistente e senza mai mollare. Se riusciamo a smuovere questo aspetto abbiamo compiuto un passo in avanti importante. In una intervista sul "Corriere della Sera  - L'Economia" se ne parla.

 

Ovviamente sappiamo tutti che ve ne sono altri di argomenti sui quali stiamo lavorando. In particolare con le Federazioni che fanno capo ad Unatras è stata definita una linea, che il presidente Amedeo Genedani con determinazione porta avanti, e che è stata condivisa anche da altre organizzazioni.

 

Non possiamo certo promettere che riusciremo a raggiungere tutti gli obiettivi perseguibili realmente ma si potrà affermare che l’impegno a proseguire fino in fondo ed a non demordere non ci verrà mai meno.

 

Sappiamo che incontreremo difficoltà e che magari vi potranno essere valutazioni difformi ma a chi sta a cuore l’interesse della categoria deve all’esterno dimostrare di far parte di una squadra coesa e compatta. Non mancherà il momento, usciti dalla fase di emergenza, di confrontarsi anche con animosità, qualora vi sia chi ne sente la necessità, ma oggi abbiamo il dovere di guardare avanti nell’interesse di tutti.

 

Affermo questi concetti forte di una esperienza datata (forse qualcuno potrà pensare che sia giunto allora il tempo di mollare. Lo decideranno i miei associati) che mi consiglia ad assumere posizioni utili a raggiungere gli obiettivi prefissati. Certo bisogna utilizzare gli strumenti idonei senza mai rinunciare, al giusto momento, di evidenziare le nostre contrarietà. Sempre a schiena diritta e mai subalterni a nessuno. Il nostro punto di riferimento sono l’interesse delle nostre imprese e non certo realtà imprenditoriali o meno che talvolta per raggiungere un obiettivo, che non è il nostro, utilizzano persone e strutture del nostro mondo.

 

Oggi pur nelle legittime diversità dobbiamo essere compatti, evitando di lasciar circolare espressioni che rischiano solo di indebolire coloro che tentiamo di tutelare. Nessuno ha la verità in tasca. Per questo negli organismi compositi le decisioni son assunte a maggioranza e poi però verificate.

 

Siamo compatti, non cediamo spazio a chi ci vuole dividere, noi tutti insieme siamo l’autotrasporto che ha la necessità in questo particolare momento non di dare ragione a qualcuno, ma risolvere i problemi.

 

Chi volesse spargere vento raccoglierà tempesta ma per fortuna tra le Federazioni dell’autotrasporto questo non esiste. 

 

Paolo Uggè

30 marzo 2020

Chi siamo

La F.A.I. Federazione Autotrasportori Italiani è la più grande associazione imprenditoriale del settore Trasporto merci per conto di terzi su strada in Italia, diretta, voluta e sostenuta unicamente dagli autotrasportatori.

I nostri contatti

Piazza G. G. Belli, 2
00153 Roma (IT)

tel. (+39) 06/58300213
fax (+39) 06/5816389